About

suoni, parole ed immagini

Terry Blue è un collettivo. E molti si chiedono cosa significhi. Non si tratta solo di una collaborazione tra musicisti, ma di un insieme di menti creative a confronto – capitanate da Leo Pusterla, compositore e cantautore – e legate da una lunga amicizia, destinata a tracciare i contorni del gruppo italo-svizzero, tra suoni, parole ed immagini.

Si tratta di un collettivo che lavora anche per sottrazioni, lasciando spazio al silenzio o ad atmosfere che non includono necessariamente il gruppo al completo ad ogni brano.

L’ultimo loro lavoro si concretizza durante la pandemia e lì prende forma, avvicinandosi a sonorità diverse rispetto agli esordi: ad una base radicalmente alt-folk si aggiungono nuovi elementi ritmico-musicali, inserendosi così nella corrente new-folk / new-soul e subendo contaminazioni jazz, ritmiche hip-hop e sfumature cantautorali, il tutto contornato da una matrice pop-indie/rock britannica e frutto degli ascolti dei singoli membri e delle loro diverse formazioni individuali.
Ma prima di questo la loro storia è ben più lontana e comincia nel 2012.

Il primo disco, Like Burning Trees (2013), è il frutto della collaborazione tra Leo Pusterla (appena sedicenne) e Matteo Mazza, batterista da tempo affermato sul panorama svizzero-italiano e non solo. Le sonorità di questo primo lavoro presentano una base radicalmente alt-folk di stampo dylaniano e coheniano, ma lasciano presto il posto a nuove esigenze musicali, che vanno nella direzione del pop e dell’indie-rock.

Nel 2018 nasce così Even If This Winter Seems To Last Too Long (2018): il primo studio album insieme a Giuliano Ros al basso e Andrea Zinzi alla chitarra; un lavoro intenso e toccante che raccoglie le vicende ospedaliere di Pusterla nel suo precedente lavoro come infermiere in formazione durante il suo soggiorno in Svizzera francese.

Il focus sui testi è valso loro il premio “Preis der Relevanz” (2020) dalla città di Lucerna, per l’impegno sociale della loro musica, con un conseguente tour in Kosovo insieme ai Die Die Be.

Terry Blue comincia così a farsi notare e a raccogliere largo consenso dal pubblico e dai media (tra cui la selezione nel per il prestigioso concorso internazionale “MyCoke Music Soundcheck” 2019), con numerose serate e apparizioni nelle più importanti radio nazionali e sui palcoscenici della Svizzera.

Nel 2019, il collettivo si mette al lavoro su un progetto ambizioso: è Only To Be There, doppio album che concentra in sé lo tutto lo spirito e il cuore della musica di Terry Blue.

È un anno intenso: alcuni brani, scritti nel corso degli ultimi 3 anni, vengono rimaneggiati e subiscono l’influenza degli ascolti del gruppo, da Ben Howard, a Dermot Kennedy, Mac Miller, Bon Iver, Leif Vollenbeck, The 1975 e molti altri. Ma non solo: risentono anche delle sperimentazioni elettroniche di Pusterla e di nuovi incontri e ancora solide amicizie, quello con la corista Eleonora Gioveni e il sound designer Andrea Cosentino.

Il gruppo è ormai al massimo della sua espressione identitaria, e Only To Be There (2021) segna questo inizio.

Leo Pusterla e compagni cominciano quindi ad affacciarsi sulla scena musicale italiana, vengono notati dalla label bolognese Areasonica Records e si preparano alla loro prima pubblicazione edita: nel novembre del 2020 arriva sulle radio italiane il singolo Safe And Clean, che anticipa così l’uscita del doppio album Only To Be There, già in vendita nei negozi e sulle piattaforme online da aprile 2021.

Discografia

Six Ruins, One Less Hope (2013), Like Burning Trees (2016), Mécanique Ep (2018), Even If This Winter Seems To Last Too Long (2018), Songs For Lyons (2018), Only To Be There (2020).

Live Tour

Past live performances: Strange Days Festival, Bellinzona (CH); Teatro San Materno, Ascona (CH); Lampioni Aerei, Milano (IT); Ficufish Supporting, Lugano (CH); Circolo Culturale Timé, Milan (IT); Termokiss, Pristina (XK); Living Caffe, Klina (XK); K. Jusuf Gërvalla, Peja (XK); Kolektiv, Prizren (XK); Shtatëmbëdhjetë, Pristina (XK); Rock Café, Sao Paolo (BR); Diamond Bar, Lugano (CH); BandzOnAir RSI, Lugano (CH); Bar Tra l’Altro, Lugano (CH); REC, Lugano (CH); Festa della Musica, Mendrisio (CH); Circolo Culturale Turba, Lugano (CH); Temus Club, Agno (CH); Studio Foce, Lugano (CH); RSI Live Session, Lugano (CH); Cavea Festival, Arzo (CH); Folk Bar, Bellinzona (CH); Lugano Bella, Lugano (CH); RSI Springsteen Tribute, Lugano (CH); Spazio 1929, Lugano (CH); Les Docks, Lausanne (CH); Aeres de Vie, Vevey (CH); Freude Bar, Zürich (CH); Sedel Club, Luzern (CH); Neubad, Luzern (CH).

I membri di Terry Blue

Leo Pusterla

Compositore, voce, chitarra acustica, chitarra elettrica, pianoforte, processing, sound design.

Andrea Zinzi

Chitarra elettrica, chitarra acustica.

Giuliano Ros

Basso elettrico.

Matteo Mazza

Batteria, batterie elettroniche e percussioni.

Eleonora Gioveni

Backing Vocals e interventi poetici.

Andrea Cosentino

Sound Design, mix & mastering.